Se morisse mio marito

Siamo sicuri che tutti gli uomini vengano da Marte? Ho la certezza che Mr. White provenisse dalle profondità più cupe degli inferi! Home sweet home, soleva dire. E io pensai fosse un gesto di grande umanità, da parte mia, facilitare il suo ritorno a casa.

Eppure, ci fu un tempo in cui ero pazza di lui…

Conobbi Mr. White sul ciglio di un orrido sabbioso venato di verde e di giallo, tra le crepe silenti e maestose del Grand Canyon.  Stavamo entrambi scappando: io fuggivo dal tedio della gita e della vita organizzata, delle levataccie che rovinano la pelle e dei percorsi decisi da altri che rovinano la sorpresa e tolgono il gusto del rischio; lui, da un brutto ceffo che gli aveva giurato vendetta (e non a torto, ahimé! Credo fosse una questione di bottini spartiti con precisione non propriamente matematica).

Mr. White non era mai stato uno stinco di santo, ma aveva quella sua faccia da schiaffi e pugni presi e dati, lo sguardo magnetico e sfrontato, anche un filino astigmatico, e un modo di scostarsi il ciuffo ribelle dalla fronte, usando il calcio della sua Smith & Wesson, che mi fece desiderare, seduta stante, di essere la sola donna rimasta sul globo terracqueo, e lui l’unico uomo. Armato.

Indossavo seta cerulea, lunga ai piedi, e occhiali enormi, scuri, a proteggere la mia curiosità famelica verso il mondo che ancora non conoscevo. Lui era una visione in nero, con le scarpe lucide nonostante i venti e le terre rosse. Scarpe che avevano calpestato tutta l’America, e parecchi suoi abitanti.

“Spogliati”, mi ordinò, con voce rauca di sigarette e alcool. E io sfilai gli occhiali, obbediente e mansueta. Lui fece altrettanto, e i nostri occhi caddero innamorati, senza possibilità di fuga. L’alternativa? Buttarsi. Oppure arrendersi, e mettere sotto chiave i nostri cuori.

Ci sposammo a Las Vegas sette ore dopo, spettinati di chilometri corsi in Cadillac e di baci. Ero estatica, folle di gioia.

Ma già sapevo di aver commesso il più grande errore della mia vita…

to be continued

10 pensieri su “Se morisse mio marito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...