Life in plastic is fantastic

Miei deliziosi lettori, pur disertando il blog nella sua concezione più impegnativa (almeno pour moi, che impiego tre ore per scrivere tre righe), vi lascerò qualche appunto d’estate, immagini rubate (obviously) nei miei momenti di svacco. Svacco che, spesso, viene disturbato dalla razza peggiore del pianeta, la più invasiva e letale. La razza umana.

Appunti d’estate. Appunti di guerra. Voilà!

… e comunque, quest’anno non sei nessuno se non occupi mezza spiaggia con un salvagente-canottone a forma di unicorno o cavallo alato. Per tutte le età (tranne quella della ragione). Dimensioni: immense. Livello di invasione spazio altrui: defcon 1.

La battigia sembra una puntata dei my minipony. Maxi.

Unicorni spiaggiati. Chiamate il wwf. Chiamate il wtf. What the fuck?

Moderne armi di massa dalle capacità belliche superiori ai carri armati Leopard.

Menù del giorno: ricci di mare compresi di aculei.

Roba da chiodi.

A’ la prochaine, mes amis!

35 pensieri su “Life in plastic is fantastic

  1. Lol, io quest’anno la spiaggia la vedo solo col telescopio o in cartolina, zero preoccupazioni. Ti rimando a cercare su internet defqon-1 e guardare un po’ le facce nei video. Quello è disagio puro.

    1. Mon petit Sean, quelle surprise! Vedi? Ti risparmi i canottoni e gli schiamazzi, gli schizzi e i lazzi, nonché la number one tra le amenità tipiche dell’estate: le conversazioni in spiaggia. Siamo sicuri che l’essere umano sia provvisto di materia grigia?

      1. Sisi molte cose me le risparmierò per carità, ma rinuncio a tante altre… poi per le conversazioni sulle spiagge e le cose ridicole c’è sempre soluzione: Sardegna, calette in cui ci stanno a fatica due teli mare e ci si risparmia ogni problema…

  2. Che tenerezza! Meno male che non c’è più il cigno rosa, sarà estinto? La razza umana spende tanto di quel tempo ad inventare minch… ehm cose futili, che se dedicasse un centesimo di quell’ingegno per robe utili saremmo alieni! L’unicorno dove lo vendono? A quante atmosfere va gonfiato, se uso il compressore ad aria compressa della pistola a spruzzo pensi possa andar bene? Casomai lo chiedo al professor Conte, se non lo sai.

    1. Gli ultimi esemplari di fenicotteri rosa gonfiabili sono migrati verso destinazione ignota, probabilmente in modo coatto, e le speci più forti, come natura vuole, hanno preso il sopravvento. Chi si presenta in spiaggia con un animale non in linea coi voleri della comunità (papere, topolini, pinguini) viene accompagnato con discrezione sulla spiaggia libera più vicina, dove esistono ancora gli ultimi esemplari di materassini arancioni, canotti a forma di canotto, braccioli bicolori e ciambelle con il buco.
      Gli unicorni sono autogonfianti perché è più comodo così, un po’ come i parcheggi in doppia fila.
      Meglio non sapere quali gas usino. Speriamo siano fatti di materiale resistente.

        1. Indoromagnole, per la precisione, con veri accampamenti familiari, tavolini per i pic-nic e i teli da spiaggia con la donna nuda o la squadra del cuore notti magiche inseguendo un gol.

    1. Io amo la spiaggia ma non la vita da spiaggia. Gli unicorni, credimi, se li vedi di persona sono piuttosto inquietanti. Potrebbero essere carnivori, non so…

      1. Eh infatti, non sono tanto pucciosi mi sa! 😂
        Mi ricorda un soprammobile di mia nonna che era a forma di oca che si sporgeva com il collo giù dalla mensola alta del bagno, come a guardare giù… e con un pennarello indelebile gli avevo disegnato le sopracciglia cattive 😂😂😂
        Dovrebbe esserci ancora 😅😂

        1. Anche la papera che s’affaccia è stata un “mai più senza” degli anni 90. Come i babbi natali che s’arrampicano. E gli unicorni giganti. Dopo che ne hai visti una cinquantina, cominci a manifestare istinti violenti.

  3. Mon Dieu! Ma com’è che io non ho ricordo di tutte queste cose in plastica e non degli anni che furono? Non le ho proprio mai viste! Forse perché non ho passato le mie “giovani” estati in spiaggia?, ma tra palcoscenici, teatro, musica, danza e concerti? Oui, peut être!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...